B 24 Liberator

 Lo stabilimento Fiat di corso Francia

 


 

 

Una formazione di 145 B 24 Liberator con una scorta di 45  cacciabombardieri P47 Thunderbolt  fu rilevata il 25 aprile 1944 approssimarsi in direzione di Torino. 

Dal campo di Venaria decollarono su allarme sette caccia FIAT G 55 "Centauro" e due Macchi 205 veltro per intercettare la formazione nemica. Nello scontro risultante contro la preponderante  forza nemica, tre aerei vennero colpiti e gli altri si disimpegnarono inseguiti dai potenti P 47 senza aver potuto arrecare danni di rilievo alla formazione nemica che raggiunse l'obiettivo assegnato. Gli stabilimenti FIAT Aeronautica d'Italia di corso Francia.

I tre aerei abbattuti erano i G 55 del capitano Torresi, del maresciallo Tarantola che riuscirono a lanciarsi aprendo il paracadute, e del sergente Biagini, che pur riuscendo a lanciarsi arriv˛ a terra privo di vita.

 

 

 

 

I resti dei tre velivoli verranno poi recuperati grazie alla paziente ricerca di Piergiorgio Sola nella zona di Carmagnola/ Poirino.Il velivolo del sergente Lucio Biagini il 30 marzo 2000,  quello del capitano Giulio Torresi il 5 agosto 2001 e l'ultimo del m.llo Ennio Tarantola il 22 febbraio 2003

 

 


Velivolo  m.llo Tarantola MM 91101


Velivolo capitano Torresi MM 91100


Si ringrazia per la gentile concessione del materiale il sig. Piergiorgio Sola